Sanitari colorati anni ‘70

I sanitari colorati degli anni ’70: la rivoluzione delle tinte prende vita

7 febbraio 2017 | Evoluzione ambiente bagno

In un precedente articolo, abbiamo parlato dei sanitari degli anni ’60 e del boom della ceramica colorata. Oggi, invece, ci soffermeremo sui bagni colorati degli anni ’70 per vedere insieme quali sono state le mode, le tinte e le forme che hanno segnato questo decennio. Sono anni in cui la stanza da bagno è concepita come ambiente di servizio e dove l’influenza del design (almeno come è visto oggi) è ancora lontana; ma è proprio in questo periodo che si inizia a notare un interesse verso l’arredo di questo spazio, si ampliano notevolmente la gamma dei rivestimenti, dei sanitari, dell’oggettistica, il tutto caratterizzato da un incisivo uso del colore, così da permettere una progettazione personalizzata.

Rivestimenti e piastrelle

L’esplosione del colore si manifesta particolarmente nei rivestimenti sia per i pavimenti che per le pareti. Nei bagni di questa epoca, infatti, le pareti sono spesso piastrellate a tutta altezza, diventando un elemento basilare del contesto del bagno anni ’70. Decori floreali, colori brillanti, motivi geometrici quasi psichedelici, per un rivestimento che contorna di tinte vivaci l’ambiente bagno.

Gli accessori decorativi

Portasapone, portasciugamani, specchi così come gli altri accessori del bagno sono realizzati in ceramica (magari nello stesso colori dei sanitari) ed incassati nel muro. La loro progettazione e realizzazione era volta ad assolvere la sola funzione pratica, tralasciando la ricercatezza estetica, unica particolarità il colore; non come oggi dove l’accessorio è visto come un completamento dell’arredo in coerenza col design dell’intero contesto.

I sanitari

In questo decennio prevalgono sanitari e lavabi dalle forme morbide e volumi importanti, le superfici lucide e colorate con toni che vanno dal rosa fino al bordeaux, dall’azzurro al blu, i verdi e l’immancabile champagne. Il lavabo su colonna dall’ampio e comodo bacino è uno di quelle tipologie di arredo must have. I vasi e i bidet a pavimento, staccati dal muro (e con gli impianti a vista!) sono un’altra delle peculiarità dei prodotti di questo periodo. Ma i colori sono i veri protagonisti, i quali rendono più accattivante lo stile e l’estetica degli elementi d’arredo bagno degli anni ’70.

Flaminia, leader nella produzione di ceramica sanitaria da oltre 60 anni, continua a proporre nuovi stili e tendenze, dai prodotti realizzati nelle tinte e finiture più attuali a quelli legati ad un estetica retrò. Per conoscere tutte le nostre creazioni, potete visitare la pagina prodotti sul sito ufficiale.

 

Fonte immagine: ceramicaflaminia.it