soffione doccia

Il soffione doccia: come sceglierlo, pulirlo e mantenerlo

19 giugno 2018 | Evoluzione ambiente bagno

La scelta di un elemento come il soffione doccia, può sembrare banale ma in realtà, la funzionalità e il comfort di utilizzo della doccia, dipendono in gran parte proprio dalla rubinetteria sempre più sofisticata e tecnologica per trasformare il momento del bagno in un’esperienza di piacere e benessere. Ecco qualche suggerimento per la scelta e la manutenzione dei soffioni per doccia.

Soffione doccia: tipologie, posizioni e materiali

Come abbiamo introdotto, il soffione – o erogatore – è l’elemento principale nel sistema doccia, che deve assicurare un getto d’acqua perfetto, garantendo il comfort ma anche il risparmio d’acqua. La scelta del soffione, dipende dall’ampiezza del box e dalla tipologia di doccia oltre che dallo stile del resto della rubinetteria del bagno. Per questo, in commercio esistono diverse tipologie che si adattano ad ogni esigenza di stile e funzionalità.

Per quanto concerne l’erogazione del getto d’acqua, si distinguono soffioni a cascata (dal getto ampio e avvolgente), soffioni a potenza regolabile e multifunzione (che permettono di regolare l’intensità e il tipo di getto e di attivare optional come la nebulizzazione o la cromoterapia) o soffioni a idromassaggio, che possono essere integrati nella colonna doccia multifunzione.

Parlando di materiali, l’acciaio e la plastica sono le scelte tradizionali anche se negli ultimi tempi per i soffioni si stanno diffondendo molto materiali alternativi come la ceramica.

L’altezza e la posizione del soffione doccia

Il posizionamento del soffione, naturalmente, influisce molto sul comfort. La scelta è molto personale, ma generalmente le opzioni sono per l’applicazione a soffitto (ideale soprattutto per i soffioni a cascata) o a parete, quest’ultima fissa o regolabile con saliscendi.

Per quanto riguarda l’altezza a cui consigliamo di posizionare il soffione, è di circa 200 cm dal piatto doccia.

Come pulire il soffione della doccia

Da non sottovalutare, la pulizia periodica del soffione dal calcare e dalle altre impurità. Per ottenere un risultato perfetto, dovete immergere il soffione in una soluzione di acqua fredda, aceto e bicarbonato per qualche ora; infine risciacquate eliminando i residui con un vecchio spazzolino e, se necessario, utilizzate un ago per liberare dal calcare i fori ostruiti.