sciurezza bagno

La sicurezza in bagno: le norme che la regolano

30 dicembre 2014 | Arredare con stile

Nel bagno, come nella cucina, il rischio di incidente è più elevato, proprio per la presenza di elementi, l’acqua e l’elettricità, che combinati tra loro sono altamente rischiosi. E’ quindi importantissimo seguire le norme che regolano la sicurezza di questo ambiente, soprattutto se ci sono una vasca o una doccia.

La presenza dell’acqua e di un elevato tasso di umidità nel bagno ne condiziona la progettazione, sono infatti molte le precauzioni da prendere: volumi, distanze, gradi di protezione dell’impianto elettrico. La norma CEI 64-8 è quella che da indicazioni per la sua disposizione, suddividendo lo spazio in zone: la zona 0 ovvero la più ad alto rischio, identifica lo spazio destinato alla vasca o alla doccia; la zona 1 è invece la parte superiore della zona vasca/doccia; la zona 2 i volumi circostanti la zona 0 ed infine la zona 3 che identifica è la superficie rimanente meno soggetta a pericoli.

La presenza di acqua può generare anche un altro rischio ovvero la possibilità di scivolare; durante la progettazione è importante anche scegliere materiali e finiture antiscivolo o comunque con una porosità maggiore.

Tutti questi accorgimenti possono sembrare banali, ma sono fondamentali per garantire la sicurezza in bagno di tutta la famiglia ed evitare incidenti domestici causati dalla fatalità o dalla distrazione.

Il bagno deve essere un ambiente di comfort e benessere ma soprattutto sicuro.