antibagno dimensioni minime

La dimensione minima prevista per l’antibagno: ecco cosa sapere

13 luglio 2017 | Come fare per

Gli ambienti di casa ricoprono tutti una funzione molto importante e i servizi igienici, in particolare, sono uno di quegli spazi per cui è fondamentale creare un’area antistante, affinché la zona bagno possa essere separata dalla zona giorno o dal resto della casa tramite disimpegno. Per queste ragioni, spesso sentiamo parlare di antibagno. Quali sono le dimensioni minime previste per questa camera?

Alcune informazioni

Per quel che riguarda misure e dimensioni, non esiste una regola valida per tutte le strutture abitative. Spesso la scelta dipende dalle preferenze soggettive del proprietario o dalla disponibilità delle metrature di casa. I parametri di valutazione, pertanto, variano a seconda della destinazione d’uso (abitativa e accessoria) e delle attività che siamo soliti svolgere. Un soggiorno o una camera da letto sono ambienti differenti da zone quali corridoio o ripostiglio.

Cosa sapere

Secondo il Regolamento sui locali igienici del suolo e dell’abitato, la zona bagno deve essere separata dalla zona giorno o dai locali della cucina. Se nella vostra abitazione non vi è alcun corridoio, dovrete ricorrere alla creazione di un antibagno, il quale svolgerà la funzione divisoria tra i due ambienti di casa. Per maggiori informazioni, potete consultare questo articolo per conoscere nel dettaglio cosa prevede la normativa tra bagno e antibagno. La superficie del servizio igienico e quella dell’antibagno, generalmente non devono essere inferiori a 1,20 mq, con lato minore non inferiore ad una lunghezza di un metro.

Consigli utili

Se siete alle prese con la ristrutturazione di casa e state pensando di ricavare un antibagno conforme alle distanze minime previste dal regolamento edilizio, una soluzione potrebbe essere quella di sfruttare parte del bagno più grande. Installando una nuova parete divisoria, aggiungendo magari anche una seconda porta ricaverete lo spazio per l’antibagno, che potrà essere sfruttato come zona lavanderia o, eventualmente, area in cui collocare un mobile o una panca dove tenere biancheria od oggetti per l’igiene intima.

Per altre informazioni utili sull’arredamento del bagno e la scelta di materiali, accessori e sanitari, potete contattare un nostro rivenditore o visitare la pagina prodotti sul nostro sito ufficiale.

 

Fonte immagine: ceramicaflaminia.it