come disporre mobili bagno

Come disporre i mobili in bagno: per arredare con stile ma in modo pratico

14 dicembre 2017 | Come fare per

Il bagno, una delle stanze più utilizzate della casa. Quando vi trovate a dover progettare ex novo o rimodernare questo ambiente, è necessario disporre i sanitari in modo corretto e funzionale, oltre che sceglierli in accordo al vostro gusto estetico. Come riuscire a creare spazi pratici e belli? In questo post vi forniamo alcuni utili suggerimenti su come disporre i mobili nel bagno.

Come disporre i sanitari

Se pensate che esista una regola precisa che vi possa guidare nella disposizione di sanitari e mobili, dovete ricredervi. La collocazione di lavabo, wc, bidet e doccia è influenzato molto da tipologia, forma e dimensioni degli stessi, anche in base alle diverse esigenze di utilizzo. Tuttavia, potete comunque adottare degli accorgimenti per evitare ingombri e passaggi non agevoli.

Come disporre, quindi, i mobili da bagno in modo pratico e ordinato?

  • Il lavabo è uno di quei mobili che in bagno potete disporre in diversi punti, in base a forma, dimensioni e altezza. Questo tipo di sanitario necessita di spazio e viene perciò posato sulla parete più lunga, di fronte al bidet e al WC, o inglobato in un mobile dotato di specchiera. Se intendete andare oltre lo stile classico, potete optare per il doppio lavabo,  circolare o sagomato, un trend di arredo bagno molto apprezzato. Altro punto è quello relativo alla distanza tra miscelatore e lavabo, per un’ottima disposizione degli elementi di arredo nel bagno. Bene, tenete conto che ci vorranno almeno 10-12 cm di distanza tra il miscelatore e il lavabo. Flaminia offre diverse linee di rubinetteria, disponibili sia nella versione a parete, sia in quella da appoggio.
  • Il bidet è bene che si trovi davanti al WC o di lato. In tal caso, la distanza minima tra questi due elementi deve essere di almeno 30 cm mentre. Se frontali, invece, la distanza sale a 50 cm e oltre.
  • Meglio predisporre il WC sotto lo sciacquone, questo perché le soluzioni laterali possono non avere la giusta pressione di scarico, andando incontro, nel tempo, a problemi di usura dell’impianto.
  • La posa della doccia viene eseguita sul lato dove si trova lo scarico. La vasca invece, solitamente viene predisposta lungo il lato più corto, murandola e piastrellandola. Sceglietele quadrati, rettangolari o tonde, in base non soltanto al vostro gusto personale, ma anche considerando l’effettiva praticità del suo impiego.

 

Fonte immagine: ceramicaflaminia.it